Uno dei modi più sfiziosi e nutrienti che esista per fare colazione è cucinare morbidi e gustosi pancakes light senza rinunciare al gusto.

La colazione

Molti cercano il modo più sano per fare una colazione ricca, completa e soddisfacente. C’è a chi basta un caffè, chi svuota il pacco di biscotti, chi si alza dal letto mezz’ora prima del dovuto per organizzare il pasto principale della giornata e goderselo al meglio. Tè, latte, succo di frutta, spremuta d’arancia. Ognuno ha i suoi gusti, ma qual è una tra le colazioni più nutrienti in assoluto?

Vivere con Francesca, una coinquilina che vuole diventare personal trainer, ha dato presto una risposta a questa mia domanda. I pancakes. Le famose frittelle viste, riviste e rivisitate in tutti i telefilm americani sono proprio un pasto nutriente e adatto a cominciare bene la giornata con lo sprint giusto.

La storia dei pancakes

In Italia si pensa di aver rubato la ricetta agli Stati Uniti. Non tutti sanno però che già nel 500 a.C. due commediografi greci, colleghi di Aristofane, menzionano un dolce cotto e tondo, realizzato con acqua, olio e farina, servito con miele per colazione. L’idea di cominciare la giornata con queste piccole delizie ha presto conquistato anche i romani e pian piano l’Europa intera e la Russia. Nel Medioevo ciascun paese realizzava la propria variante, alcune di queste sono sopravvissute fino ad ora, come la Kaiserschmarrn tedesca che viene tagliata a pezzetti e mangiata con frutta fresca e zucchero a velo.

Il successo di questo dolce così semplice, simile ad una crepes rigonfiata, ha raggiunto nel ‘400 anche le isole britanniche dove è stato adottato il nome di pancake. È in Olanda poi che viene affinata la ricetta fino a farla somigliare a quella che viene realizzata oggi nelle nostre cucine: il tipico pannekoek.

Il merito però degli Stati Uniti è quello di aggiungere agli ingredienti il lievito, per dare alla focaccina un aspetto soffice che la differenzia dalla crepes. Questa innovazione consente alla cucina a stelle e strisce di diventare l’ambasciatrice della ricetta ultimata e diffusa poi in tutto il mondo.

La ricetta light di Francesca

Ingredienti per una persona:

  • 150 ml di albume
  • 40 g di farina (preferibilmente di avena integrale e lupino)
  • Un cucchiaino di idrolitina o di lievito in polvere
  • Mezzo limone

Dopo aver unito tutti gli ingredienti bisogna mescolare con una frusta fino ad amalgamare tutto il composto per poi versarlo in un pentolino. Si possono realizzare fino a 5/6 frittelline con questo quantitativo. Altrimenti si può cucinare il “Ciccio-pancake”, come lo chiama Francesca, e quindi realizzare un’unica grande e alta frittella. Dopo aver cotto la nostra colazione e averla condita a piacere con frutta, sciroppo d’acero o marmellata, possiamo finalmente metterci a tavola e prendere tutte le energie necessarie per affrontare al meglio la giornata!

____________________________

Testo e foto: Giulia Di Giovanni

Se l’articolo ti è piaciuto, ricordati di mettere un LIKE qui sotto o lascia un commento: per me rappresenta un feedback di apprezzamento molto importante! Vuoi essere sempre aggiornato sulle ultime news pubblicate? Seguimi sulla pagina Facebook @blogmessaafuoco e sulla pagina Twitter @InfoMessaafuoco

Grazie!

____________________________

Lascia un commento

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.