Una tra le prime regole insegnate a scuola o in casa per decenni è stata “a me mi” non si dice. Oggi finalmente viene sfatato questo mito dall’Accademia della Crusca.

Le origini

Fin dai tempi dell’asilo le maestre ci tenevano a insegnare ai propri piccolini che “a me mi” non si poteva utilizzare secondo le regole della grammatica italiana. Tante prese in giro dai compagni di scuola, segni blu sui temi, errori imperdonabili.

Crusca

Eppure tanto sbagliato non sembra essere. A ribadirlo è l’Accademia della Crusca che sottolinea come il termine “a me mi” non sia errato ma sia semplicemente una ridondanza. Perfino Alessandro Manzoni nel XVI capitolo de I Promessi Sposi utilizza questa formula: “A me mi par di sì”.

Cantanti e pubblicità

Per arrivare a tempi più recenti anche Vasco Rossi in una sua canzone dice “A me mi fa impazzire” e JovanottiA me mi piace andare veloce”. Per non parlare della nota pubblicità in cui il protagonista è Gigi Proietti e con aria di provocazione esclama “A me, me piace!

Linguaggio formale e informale

Certo, come sottolineato dalla Treccani, bisogna distinguere in che contesto tale costrutto viene utilizzato. Nel linguaggio informale infatti è ampiamente consentito dire “A me mi”. Da evitare invece durante colloqui di lavoro o esami importanti.

Un elemento quindi sovrabbondante, forse inutile e ridondante, ma utilissimo rafforzativo per dare alla frase un’enfasi più marcata. Del resto un costrutto particolarmente utilizzato nella culla dell’italiano, la Toscana. Perciò a me mi garba.

____________________________________

Testo: Giulia Di Giovanni. Foto: Mauro Di Giovanni

Se l’articolo ti è piaciuto, ricordati di mettere un like qui sotto o lascia un commento: per me rappresenta un feedback di apprezzamento molto importante! Vuoi essere sempre aggiornato sulle ultime news pubblicate? Seguimi sulla pagina Facebook @blogmessaafuoco o sulla pagina Twitter @InfoMessaafuoco o su Instagram @blog.messaafuoco

Grazie!

___________________________________

Lascia un commento

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.